Disamina sull’amore e il matrimonio

Quando ci si innamora di una persona in realtà ci si innamora delle ossa. Dimenticate i nobili sentimenti descritti dalle favolette disney e affini. Tutto ciò non esiste.
Quello che noi chiamiamo “amore” non è altro che un meccanismo della natura atto a creare complicità tra due persone e far si che procreino; poi finisce. Difatti è un fenomeno passeggero, reso (forzatamente) costante solo dal sacro vincolo del matrimonio.
Una promessa forzatamente eterna insomma, che diventa priva di valore nel momento in cui osservi l’effettivo andamento dei rapporti sul lungo termine: oggigiorno son più quelli che falliscono che quelli duraturi. Suona un campanellino?


Il matrimonio è solo un rimasuglio di un arcaico retaggio culturale, che ha avuto origini in tempi in cui la società era totalmente diversa. In primo luogo l’aspettativa di vita dell’essere umano era molto più bassa di quella di oggi. In seconda analisi, le donne erano costrette sotto una castità forzata che non permetteva di esprimere liberamente la loro sessualità. Ne conseguiva un numero di tradimenti ridotto al minimo, e quindi una vita matrimoniale più solida. Ma era tutta un’illusione. Si viveva sotto una cupola di vetro artificiale, intrisa di buonismo e mantenuta intatta solo grazie allo negazione dei reali istinti dell’essere umano.
Nonostante tutto, preferiamo quello che poi siam diventati.

Tornando alla fase preliminare dell’amore, dicevamo, ci si innamora delle ossa, dell’aspetto fisico. E’ li che scocca in noi la scintilla evoluzionistica. Tutto quello che c’è dietro (carattere, carisma, buoni sentimenti etc etc.. ) è uno specchietto per le allodole, atto a nobilitare un sentimento che in realtà si basa sul più becero materialismo. Visto sotto quest’ottica l’amore perde tutto il suo mistico fascino. E’ un sentimento basato sulla banalità, l’ipocrisia, l’arrivismo. Mistificarlo, come fin troppo spesso ancora accade, equivale a vivere nel mondo delle favole.. o dei nostri nonni.

 

Il grande gap tra i brutti, i belli e le donne 

L’odierno mercato sessuale prevede una fase iniziale in cui si è giovani e libertini, fase in cui ci si dà allo scopaggio disinteressato (ad esempio la trombamicizia); nel libertinismo sessuale non ci sarebbe nulla di male se tutti avessimo le medesime opportunità, ma la natura è bastarda e le dinamiche son sbilanciate a favore delle donne e di una ristretta minoranza di uomini (i più belli e/o ricchi).
Arrivati ad una certa età quello che si cerca è stabilità affettiva ed esclusività del partner necessari per accudire la prole. Qui le regole del mercato vengono destabilizzate in quanto la percentuale di uomini belli e allo stesso tempo single nonché disposti a “sistemarsi” con una specifica donna scarseggiano, pertanto le donne  in questa fase son costrette a scendere a compromessi, sacrificando anche di molto i loro gusti in fatto di estetica. L’uomo che viene selezionato in questa fase è definito nel gergo BETA PROVIDER.

Il fatto di non aver potuto godere di quell’esplosiva fase iniziale tuttavia, scatena nell’uomo medio un’insoddisfazione che per forza di cose si ripercuote anche sui rapporti duraturi.
Un uomo che non ha potuto godere di una vita sessuale piena e soddisfacente, perché mai dovrebbe accettare di mettersi seriamente con una donna che con tutta probabilità, può vantare un bagaglio di esperienze infinitamente superiore al suo? Perché mai dovrebbe accettare il fatto che mentre lui si riempiva di pippe, la compagna saltava dal pene di un belloccio all’altro?
Alla fine o si accetta questa realtà di fatti (ma la vedo dura, la dignità prima di tutto), oppure si abbraccia la filosofia degli “Uomini che vanno per la propria strada”. Io dico mai, MAI impegnarsi seriamente, il concetto di matrimonio dovrebbe essere completamente bandito dalla vostra mente. Se ci pensate è la miglior rivincita che potrete ottenere sull’universo femminile dato che privando loro di una garanzia di coppia fissa, le priverete anche di figli e famiglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...