Sanremo è la fiera del nazi-femminismo

Abbiamo già parlato del linciaggio mediatico ai danni del conduttore del festival, Amedeus, ma ora analizziamo invece il contenuto del discorso di Rula Jebreal.

“Lasciateci essere quello che vogliamo essere. Madri di dieci figli o di nessuno, casalinghe o in carriera. bla bla” L’ennesimo piagnisteo che fa passare la donna come povera vittima repressa. Patetico se si considera che il predicozzo proviene da una che è partita da un orfanotrofio ed è arrivata a sposare un banchiere milionario, passando per l’Università pagata dagli italiani. Non mi pare che qualcuno le abbia impedito di realizzarsi.
Quanti uomini sarebbero stati in grado di fare una simile scalata sociale? Quello che queste femministelle da salotto vogliono non è la libertà di fare ciò che vogliono. Quella già ce l’hanno. Quello che esse vogliono è l’immunità dal giudizio altrui per ogni genere di comportamento, fregandosene delle ripercussioni che ha in società. No care, voi siete libere di fare ciò che volete e noi siamo liberi di pensare e giudicarvi così come voi fate con noi. Questa è la libertà, non funziona a senso unico.

Il festival di Sanremo si dimostra dunque un concentrato di retorica nazi-femminista. Trattandosi di uno dei programmi annuali più seguiti d’Italia, è il perfetto palcoscenico propagandistico.

2 risposte a "Sanremo è la fiera del nazi-femminismo"

  1. Concordo, tra l’altro anche ieri sera l’ennesima retorica sulla violenza contro le donne. Tutte a tenersi per mano e via con i soliti slogan.
    Possibile che nel 2020 non si riesca (voglia) a produrre un discorso più articolato, del tipo: la donna X che sposa l’uomo Y che la picchia, perché l’ha sposato? Magari snobbando l’uomo mite che le stava dietro da un anno.
    Ovviamente perché istintivamente percepiva più dominante il primo piuttosto che il secondo e l’amore (utero) ha vinto. Questa è solo una delle tante domande che andrebbero poste.
    Fortuna che non tutte le donne vanno dietro a quella retorica da decerebrati.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...