Perché la bellezza attrae

E’ sotto gli occhi di tutti, ne siamo consapevoli anche se talvolta cerchiamo di negarlo: la bellezza è il principale fattore su cui si basa gran parte dell’attrazione!

Continua a leggere “Perché la bellezza attrae”
Annunci

Effetto Alone, come se la bruttezza da sola non fosse abbastanza

La nostra estetica come ribadito più volte, incide pesantemente nel modo in cui veniamo percepiti dagli altri, a tal punto che una medesima azione viene interpretata in accezione positiva o negativa in base al grado di bellezza di chi la compie. Lo so, è una cosa orribile ma purtroppo è così che funziona il nostro cervello. In psicologia questo fenomeno è catalogato tra come un bias cognitivo e prende il nome di Effetto Alone  (Halo effect).

Continua a leggere “Effetto Alone, come se la bruttezza da sola non fosse abbastanza”

Why is Ugly: la bassa statura

Dopo il bel faccino sono la statura e la stazza fisica a suscitare interesse nelle donne. Sia ben chiaro, la statura da sola non basta per risultare attraenti, il punto di partenza è sempre dato dal viso, se poi questo è accompagnato da una statura parecchio sopra la media (minimo 185 centimetri, fino ad un massimo di 199… il troppo poi storpia), tanto di guadagnato. Diciamo che una statura alta fa guadagnare circa mezzo punto nella valutazione estetica, per questo se si ha un viso da 4 capirete che pur raggiungendo il 4,5 grazie ad un’adeguata altezza, sarete comunque confinati nella inceldom zone. Non a caso è pieno il mondo di uomini brutti in viso e altissimi che comunque hanno molte difficoltà con le donne.
Ricordiamo che la statura media di un maschio italiano è di circa 175 centimetri.
Continua a leggere “Why is Ugly: la bassa statura”

Come la bellezza funziona nel regno animale e perchè la cosa dovrebbe allarmarci

Wolfgang Welsch è uno scrittore e filosofo tedesco contemporaneo che si occupa di estetica in tutte le sue sfaccettature. Nei nostri vagabondaggi per la rete ci siamo addentrati in un suo scritto parecchio attinente alle nostre tematiche, in cui egli parla del legame che sussiste tra senso estetico animale e quello umano, lanciandosi in riflessioni aventi come spunto le  conclamate teorie di Charles Darwin. La traduzione completa del testo la trovate a questo indirizzo, mentre di seguito riportiamo i punti salienti.
Anche si si tratta di concetti scontati che noi stessi da sempre ribadiamo (bellezza come sinonimo di buoni geni e quindi punto cardine della selezione naturale/sessuale, sopratutto agli occhi delle femmine), è interessante notare come il tutto sia avvalorato dai comportamenti del mondo animale, ovviamente più naturali e genuini, scevri dalle sovrastrutture sociali dell’uomo, e per questo in grado di fornirci utili indizi per capire il funzionamento dei nostri istinti più “basilari”.

Continua a leggere “Come la bellezza funziona nel regno animale e perchè la cosa dovrebbe allarmarci”

Why is Ugly: i difetti mascellari

Con il termine malocclusione si identifica una problematica per cui le arcate dentarie non sono allineate in maniera corretta. Talvolta il problema è circoscritto all’allineamento dei denti (malocclusione dentale), altre invece è causato da una errata crescita della mandibola e/o della mascella, le strutture ossee che sorreggono le arcate dentarie (malocclusione scheletrica).

Continua a leggere “Why is Ugly: i difetti mascellari”

Why is ugly: il naso storto

angelaBenvenuti alla prima puntata di Why is Ugly, un nuovo format che cercherà di spiegare in maniera semplice e concisa il motivo per cui alcuni tratti fisici vengono percepiti come “brutti”. Già perché la bellezza non è solamente proporzione, questa entra in gioco solo in un secondo momento; alla base c’è sempre e comunque una struttura ossea che sorregge il tutto: non si può costruire un bellissimo edificio senza delle adeguate fondamenta…

Per un fattore istintivo siamo portati a definire brutti o attraenti determinate caratteristiche fisiche. Non c’entrano nulla le mode, la televisione o Hollywood, son piuttosto dei meccanismi atavici che ci portiamo appresso da quando la vita si è generata sulla terra. Questo perché in un’ottica evoluzionistica siam portati al miglioramento della specie, fattore che ci impone di scartare a priori soggetti “difettosi” facendoli apparire sessualmente meno appetibili; difetti che han talvolta  ripercussioni  psico-fisiche alle quali associamo -banalmente- l’idea di “bruttezza”.
Ecco spiegato perché quando vedete una bella donna, magari anche formosa, l’ormone vi si accende o al contrario, vi si spegne di fronte ad una con palesi deformità. Ed ovviamente la cosa avviene anche a sessi invertiti.
Eppure nella vita di tutti i giorni ci limitiamo a discernere il bello e dal brutto senza soffermarci sul PERCHE’… Esatto, è questa la domanda che una mente saggia dovrebbe porsi. PERCHE’ e non COME/QUANTO.

Per questo primo appuntamento ci concentriamo su uno dei difetti più visibili e unanimemente riconosciuto: il naso gibboso (volgarmente detto “con la gobba”).

Continua a leggere “Why is ugly: il naso storto”

Why Women Have Sex, un libro educativo

Di seguito vi proponiamo un articolo pubblicato nel 2009 sul sito dailymail.co.uk, tradotto e riadattato in lingua italiana. L’articolo trascrive alcuni punti salienti di un tomo da 300 pagine circa intitolato Why Women Have Sex. Lo trovate su Amazon.

415pgdl6mkl-_sx332_bo1204203200_Cosa spinge la donna ad andare a letto con un uomo? Il libro scritto dagli psicologi  Cindy Meston e David Buss, intitolato Why Women Have Sex, cerca di dare una risposta all’annosa domanda.

Le dimensioni contano

La caratteristica principale che le donne guardano in un uomo è la statura. Alcuni studi hanno dimostrato come gli uomini alti siano considerati più attraenti, e che l’80% delle donne cerca un uomo alto almeno 1.82 !
Questa caratteristica si rivela determinante sia per le relazioni a lungo termine che in quelle occasionali.

Continua a leggere “Why Women Have Sex, un libro educativo”

Non c’è mento senza mandibola, non c’è mandibola senza mento

 

 

Continua a leggere “Non c’è mento senza mandibola, non c’è mandibola senza mento”

Fondamenti di ALBA: la categoria B5

Con la categoria B5, amici brutti, entriamo sempre più nel vivo, nel nostro, in quello in cui più ci rivediamo. Nello specifico, molti si rivedono nel B5, ma siamo sicuri di esserlo davvero?

Continua a leggere “Fondamenti di ALBA: la categoria B5”

Fondamenti di ALBA: la categoria B4

Insicuro, debole e instabile, ma soprattutto NON BELLO: ecco il B4. Scopritelo con noi…

Continua a leggere “Fondamenti di ALBA: la categoria B4”