Glossario

(IN CONTINUO AGGIORNAMENTO)

Dizionario essenziale per comprendere i termini usati nel blog ed attinenti alla filosofia RedPill.
Oltre a quelli riportati di seguito, vi suggeriamo anche di dare una lettura al glossario proposto su wikisessualità.

Red Pill: E’ il nome di una filosofia originata dal board online Reddit diversi anni or sono.
Prende il nome dalla famosa scelta “pillola blu/pillola rossa” che Morpheus propone a Neo nel film “Matrix”, quando gli chiede di scegliere tra il continuare a vivere nella menzogna, ingerendo la pillola blu, o vuole vedere le cose per come sono realmente tramite l’assunzione della pillola rossa.
Ovviamente lui sceglie la pillola rossa, che lo porta rivalutare completamente la realtà in cui ha sempre vissuto.
La red pill quindi è una metafora atta a descrivere una presa di coscienza sul funzionamento REALE della vita. Si può teoricamente applicare a qualsiasi contesto in cui si cerchi di esprimere pensieri concreti e realistici (dire ad un malato terminale di cancro che morirà è redpill. Dirgli che guarirà è una blupill). Tuttavia il contesto in cui si è usata per la prima volta la metafora è proprio quello delle dinamiche sessuali odierne e dei cambiamenti post-femminismo. Ovviamente il nostro blog è incentrato proprio su quest’ultimi concetti.

Blue Pill: ovviamente è il contrario della red pill. Essere bluepilled significa credere alla morale perbenista divulgata dalla società. Significa vivere in un mondo di menzogne (pensare ad esempio che l’aspetto non conta nulla nei rapporti interpersonali) atte ad attutire le ingiustizie della vita. D’altra parte per le persone comuni è più facile credere ad una dolce bugia che ad un’amara verità.

Black Pill: una versione fatalistica / depressiva della redpill, che ne capta il lato più oscuro e pessimistico oscurandone completamente i lati positivi.

Ipergamia: il fenomeno per il quale si ricerca un partner migliore di noi sul piano estetico o socioeconomico. E’ ovviamente un fenomeno diffuso sopratutto tra il genere femminile. Di solito le donne son zerbinate da più pretendenti contemporaneamente, ed ovviamente finiscono per scegliere il migliore tra loro (sia dal punto di vista estetico che economico). Questo porta automaticamente al fatto che nella maggior parte dei casi, il valore del maschio “selezionato” è infinitamente superiore alla stessa femmina. Ne consegue anche una differenza di vita sessuale tra soggetti pariestetici.

Incel: è l’abbreviazione di “involuntary celibate” (riferito essenzialmente al genere maschile). Si riferisce ad un individuo che nonostante sia predisposto e propenso ad avere rapporti sessuali, è impossibilitato a soddisfare le sue voglie, presumibilmente a causa di un aspetto fisico non all’altezza.

Incel rage: una forma di esaurimento emotivo che si manifesta nell’Incel a causa della continua frustrazione e repressione. Può manifestarsi in vari modi, dall’abuso verbale, urla liberatorie e fare strani discorsi dietro la telecamera.
In soggetti predisposti può portare a spiacevoli episodi di violenza.

Slayer: è il contrario di incel. Si riferisce essenzialmente ad un soggetto maschile dotato di gran bellezza, grazie alla quale riesce a soddisfare le sue voglie e ad intrattenere relazioni sessuali con più donne nello stesso arco di tempo.

BV: è l’abbreviazione di Brutto Vero o Bello Vero a seconda dei casi. Vien da se che il termine esatto varia a seconda del contesto. Se dico “Quel BV di Gabriel Garko” è ovvio che BV sta per Bello Vero. Se la frase è “Roberto Benigni è un BV”, la B ovviamente sta per Brutto.

CO: acronimo di Cessa Obesa, una tipologia di femmina che oltre ad essere abbondantemente sovrappeso, ha anche lineamenti facciali che lasciano a desiderare. Il termine è dispregiativo ed infatti qualcuno potrebbe obiettare che siamo incoerenti se denigriamo il prossimo solo per via dell’aspetto fisico. Ma c’è una spiegazione: oltre alle caratteristiche fisiche, una CO è giudicata tale anche perché non riconosce i suoi difetti estetici; pecca di presunzione e pensa di poter puntare agli strafighi con le stesse possibilità di una velina, ed ha un savoir faire degno di uno scaricatore di porto.
Paradossalmente le CO sono più pretenziose delle ragazze bellissime.

PUA: è l’acronimo di Pick-Up Artist, una categoria di maschi blu pilled che ha fatto dell’arte della conquista una professione. Il PUA diffonde a pagamento i propri segreti su come scopare donne consenzienti, tramite blog e libri di seduzione. Partono dall’assunto che “conta solo il saperci fare”. Vien da se che le loro idee sono in netto contrasto con la filosofia red pill, per la quale l’aspetto fisico è l’unica caratteristica essenziale nell’ambito della seduzione.

HB: acronimo di Hot Babe, è un termine preso in prestito dal mondo PUA per riferirsi ad una ragazza di bell’aspetto. Alcune volte l’acronimo viene seguito da un numero che identifica il preciso valore estetico del soggetto. Ad esempio HB7 significa che la ragazza in esame ha una bellezza valutata 7 su 10, ovvero leggermente superiore alla media, ma non bellissima.
E’ logico dedurre che non esistono HB4 (sarebbe un paradosso), il numero infatti è solitamente compreso tra 7 e 10.

DOM: abbreviazione di DOMINANTE, solitamente riferito ad un soggetto di sesso maschile. In questa pagina è usato sopratutto per identificare una fisionomia dai tratti marcati, con zigomi alti, mento ipersviluppato, mandibola larga e osso sopraccigliare protruso. Esempio di maschio DOM è Pat Tillman.

Puahate/Sluthate: è un forum statunitense su tematiche analoghe alle nostre. Essendo in lingua inglese vi partecipano ragazzi da ogni parte del mondo, dimostrazione che i fenomeni che descriviamo trascendono razza, cultura ed etnia.
Inizialmente il nome del sito era Puhate; in seguito alla strage messa in atto da Elliot Rodger, utente attivo del forum, il portale fu messo sotto sequestro. Dalle sue ceneri è così nato SlutHate.

Chad Thundercock: è un nome di fantasia, attribuito ad una tipologia di maschio (purtroppo) realmente esistente: quello che piace a tutte le ragazze.
E’ il ragazzo oggettivamente bello, che quando ti incrocia per strada ti batte pure il cinque, mentre la sera prima si è bombato la tua fidanzatina. E tu stai li rosicare per il numero di femmine che riesce a conquistare solo grazie al suo aspetto.

Face theory / face law / F.A.C.E : la teoria secondo la quale l’aspetto estetico è grandemente più importante di ogni altra cosa quando si parla di appuntamenti. L’acronimo FACE sta per “Face (and) Age Conquer Everything”, e indica che essere belli e giovani è il massimo per godersi la vita.

Legit: significa “vero”. E’ un modo “bro” per manifestare accordo.

Juggernaut Law: più una donna è brutta più sono gli uomini che pensano di avere possibilità di portarsela a letto. Ogni difetto la rende ancora più potente sul mercato.
Ciò significa che una donna nella media o peggio della media, vanta comunque uomini che ci provano, in un numero che a sessi invertiti sarebbe semplicemente inimmaginabile.
Non si può fermare il potenziale di appuntamenti di una donna. E’ inarrestabile. Da qui il termine Juggernaut che in inglese indica appunto una forza inarrestabile, reale o metaforica.

Questo glossario è in continuo aggiornamento, tornate a visitarlo per scoprire nuovi termini…
Annunci