FAQ

Cos’è la red pill?
E’ il nome di una filosofia originata dal board online Reddit diversi anni or sono.
Prende il nome dalla famosa scelta “pillola blu/pillola rossa” che Morpheus propone a Neo nel film “Matrix”, quando gli chiede di scegliere tra il continuare a vivere nella menzogna, ingerendo la pillola blu, o vuole vedere le cose per come sono realmente tramite l’assunzione della pillola rossa.
Ovviamente Neo sceglie la pillola rossa, che lo porta rivalutare completamente la realtà in cui ha sempre vissuto.
La redpill è dunque una metafora atta a descrivere una presa di coscienza sul funzionamento REALE della vita. Si può teoricamente applicare a qualsiasi contesto in cui si cerchi di esprimere pensieri concreti e realistici circa un determinato argomento (dire ad un malato terminale di cancro che morirà è redpill. Dirgli che guarirà è una blupill). Tuttavia il contesto in cui la si è usata per la prima volta è proprio quello delle dinamiche sessuali odierne e dei cambiamenti post-femminismo. Ovviamente il nostro blog è incentrato proprio su quest’ultimi concetti.

Perchè la bellezza è così importante?
Principalmente siamo attratti dai bei corpi in quanto indice di buona salute. Come tutte le specie animali anche l’uomo è programmato per migliorare la propria razza, quindi con un partner di bell’aspetto si hanno maggiori possibilità di generare una prole altrettanto bella e sana.
A questo si aggiungono i messaggi dei mass media volti all’esaltazione del bello per tramite di canoni (spesse volte irraggiungibili) e stereotipi che accostano la bellezza corporea a tratti della personalità ritenuti vincenti.

Mia madre/zia/nonna/parenti vari ha detto che son bello, quindi posso stare tranquillo?
No. Le considerazioni dei parenti sono totalmente sballate. Il loro “brutto” equivale praticamente ad un 1,2,3 nella scala valori usata da noi. Già a 4 per loro sei sufficientemente bello da poter vivere una vita normale. Fesseria completa. Non basatevi su questo, per poter stabilire il vostro grado di bellezza dovete unicamente prendere come parametro il numero di ragazze che vi han fatto il filo, rapportato al numero di ragazze con cui siete entrati in contatto. La vita sessuale di un uomo comincia ad essere gratificante dal 7 in su.

E i voti di ASK?
Vale quanto detto sopra. I voti di Ask sono ipergonfiati, talvolta maggiorati fino a 3 punti. Pazzia pura.

E’ vero che la bruttezza è più limitante nelle donne?
Cazzata madornale figlia della società patriarcale di un tempo. Le donne per avere reali problemi sessuali devono essere al limite della deformità. Se semplicemente “brutte”  incontreranno qualche difficoltà nelle relazioni a lungo termine (è più difficile che trovino partner disposti ad intrattener relazioni monogame), ma dal punto di vista sessuale avranno sempre maggiori possibilità rispetto ad un maschio pariestetico .
Vien da se che in questo gioco al massacro gli unici a perderci sono gli uomini brutti. In una fantomatica classifica di chi è più avvantaggiato nel mercato del sesso avremmo:

1) Donne bruttine/normali/carine/bellissime
2) Uomini belli
3) Donne brutte
4) Uomini normaloidi
5) Donne bruttissime
6) Uomini bruttini
7) Uomini brutti/bruttissimi

Perché in un blog come il vostro incentrato sulla bruttezza spesso si leggono articoli contro il femminismo? 
Gran parte dei problemi del maschio-brutto/normaloide contemporaneo son derivati dall’emancipazione femminile. E’ un dato di fatto che più la donna è indipendente ed emancipata, più diventa esigente andando ad incentivare il crescente fenomeno dell’ipergamia.
Osservate i vostri parenti cresciuti in era patriarcale. Vedrete che molti di loro sono obiettivamente brutti, ma ciò nonostante son riusciti ugualmente a sposarsi e figliare. Oggi questo non accade più perché i valori di ieri stan man mano scomparendo.
D’altra parte il patriarcato di per sé, altro non è stato che un pallido tentativo dell’uomo di auto-attribuirsi  un potere esclusivo, togliendolo alle donne. Così facendo ha potuto incentrare il suo “valore sessuale” su un piano che esulasse la mera estetica/genetica.
Non siamo contro il femminismo, siamo anche noi per l’uguaglianza, il problema
è che non ci si è resi conto che questa presunta uguaglianza ha in realtà portato uno squilibrio che ha sfavorito il maschio nelle dinamiche sessuali. Il problema non è dunque il femminismo in sé, ma il fatto che non esista un movimento maschile analogo ed altrettanto coeso che tuteli l’uomo medio (perché ad esempio non legalizzare la prostituzione?)

Siete misogini ?
La misoginia è descritta come un sentimento d’odio o avversione verso le donne. Noi ci limitiamo a raccontare la verità per quella che è da un punto di vista maschile, cercando di dare corpo e forma alle dinamiche sessuali per tramite di pensieri logici e razionali. Per forza di cose la maggior parte dei contenuti son originati da un’interpretazione dei comportamenti femminili, per quanto scomodi possano risultare. Ma è la natura. Dire -per esempio- che gli africani han la pelle nera è un dato di fatto, da qui a ricamarci accuse di razzismo ce ne passa!
Ciò nonostante capiterà di fare anche della sana autocritica sui comportamenti maschili o dispensare qualche redpill per donne. Per noi non esiste un sesso superiore all’altro, siamo diversi (per quanto la società si ostini a proclamare il contrario) e complementari. O se vogliamo dirla con altre parole “siamo la canticchiante e danzante merda del mondo… tutti”

La redpill è anche per donne?
Certamente. Esistono delle dinamiche anche tra i metodi di selezione degli uomini, pertanto sebbene meno limitante rispetto alla redpill maschile, anche quella femminile segue precise regole. In questo blog capiterà di tanto in tanto di leggerne qualcuna.

Posso chiedervi un parere estetico o farmi votare?
No. Abbiamo deciso di non dispensare voti per non urtare la sensibilità altrui o alimentare paranoie varie.

Ok ma voglio contattarvi per altri motivi, come posso fare?
Inviateci un messaggio privato tramite la pagina facebook, oppure scriveteci all’indirizzo orientaleyes1583@yahoo.it

Annunci